Calpurnia… who’s that girl?

Calpurnia fu la terza, forse la quarta moglie di Giulio Cesare ed è la protagonista del mio romanzo d’esordio, dall’eloquente titolo “Calpurnia, l’ombra di Cesare”. Si racconta che, dopo un incubo particolarmente intenso, mise in guardia Cesare sull’andare in senato la mattina del quindici marzo. E lui, almeno all’inizio, le diede ascolto. Perché, dice Plutarco, era nota per la lucidità e la mancanza di superstizioni e debolezze “tipicamente femminili”.
Era un’epoca in, per una donna, cui la riservatezza e il silenzio erano virtù. Ma questo non basta per mettere a tacere l’intelligenza.a-classical-beauty-2

D’altronde Epicuro diceva “I sogni non hanno natura divina né potenza divinatoria, ma succedono a causa di immagini che ci hanno impressionati.”
E Calpurnia, che tra i filosofi era cresciuta, queste cose le sapeva benissimo…

Calpurnia ebbe, nell’ordine, una nonna bellissima, ricchissima e in parte straniera; un padre molto più valente come protettore di filosofi che come politico; un fratellino più giovane di ben trentanni; un marito che definire “ingombrante” è dir poco.
Durante le ricerche per il romanzo, tracce della sua vita sono affiorate come frammenti di un mosaico nascosto dal tempo. Sono indizi piccoli ma significativi, invisibili se non si conosce un po’ il mondo classico.

Questo sito, più che al libro, è dedicato a lei.
Un altro sito per cercatori.

Top